Zingaretti e il fattore casa

COMUNALI/IL LAZIO SI RINNOVA CON 153 PAESI SU 378. LEADER PD ALLA PRIMA PROVA



ROMA. Nel Lazio le urne del 26 maggio eleggeranno quasi la metà dei sindaci della Regione, tra cui quelli di dieci città 'maggiori'. Sono 153 su 378 (oltre il 40%), infatti, i Comuni laziali coinvolti nella tornata amministrativa di domenica, per una popolazione di più di 687 mila persone. Ben 143 sono Comuni piccoli, se non microscopici - c'è anche Micigliano (Rieti), con 133 abitanti il secondo Comune con meno residenti del Lazio - ma anche e soprattutto centri sopra i 15 mila abitanti, per i quali l'eventuale ballottaggio sarà il 9 giugno. Un test per tutti: per il Pd e le sue ambizioni - il segretario Nicola Zingaretti, governatore del Lazio, gioca 'in casa' - ma anche per il M5s che punta a crescere e consolidarsi, per il radicamento della Lega attorno alla Capitale e per gli equilibri del centrodestra, con un occhio all'incognita Casapound. I centri maggiori sono in provincia di Roma, e superano ampiamente i 50 mila abitanti: si tratta di Tivoli, importante città dell'area tiburtina e ottava per popolazione nel Lazio, e dello strategico centro portuale di Civitavecchia, undicesima. A Tivoli ci riprova il civico Giuseppe Proietti sostenuto da 12 liste; il Pd schiera Giovanni Mantovani, il M5s Rosa Saltarelli mentre la Lega con i suoi alleati punta su Vincenzo Tropiano; c'è anche Potere al Popolo con Elisabetta Canitano. A Civitavecchia, il M5s cerca la riconferma candidando il vicesindaco Daniela Lucernoni; il centrodestra sostiene Ernesto Tedesco, per Casapound c'è Dario Mele. Il Pd punta su Carlo Tarantino e ci sono anche un candidato della sinistra radicale, Germano Di Francesco e il civico Vittorio Petrelli. Sempre nell'area metropolitana della Capitale andranno al voto la costiera Nettuno (oltre 45 mila abitanti), Monterotondo (circa 40 mila abitanti) e Ciampino (circa 40 mila residenti), confinanti con Roma. Voterà anche Palestrina (21 mila abitanti). A Nettuno, è caduta un anno fa una giunta M5s: i pentastellati ci riprovano con Mauro Rizzo, ma c'è l'ex vicesindaco Daniele Mancini che corre con una civica. Alessandro Coppola è il candidato del centrodestra unitario, mentre Mario Eufemi è il nome di Casapound. I dem puntano su Waldemaro Marchiafava; l'ex consigliera Enrica Vaccari corre da sola con una civica. Sinistre divise invece nella 'rossa' Monterotondo: Riccardo Varone per il centrosinistra, Mauro Iachetti per Rifondazione e Stefano Cirone per Potere al Popolo.Alberto Pagliuca è il candidato M5s, mentre Simone Di Ventura quello del centrodestra In Ciociaria andranno al voto il secondo Comune della provincia, Cassino (oltre 36 mila abitanti), e poi Veroli (oltre 20 mila abitanti). A Cassino, dopo le dimissioni di massa che hanno fatto cadere la giunta di centrodestra, la coalizione si è ricompattata su Mario Abbruzzese; Enzo Salera porta i colori dei dem; Giuseppe Martini è il candidato M5s, e c'è anche il civico Renato De Sanctis. Nella provincia di Viterbo, rinnoveranno sindaco e consiglio comunale la seconda e la terza città del territorio: Tarquinia e Civita Castellana, entrambe sopra i 16 mila abitanti. Riguardo invece agli altri Comuni, quelli sotto i 15 mila abitanti, ne andranno alle urne domenica 37 in provincia di Frosinone, 7 in provincia di Latina, 48 in provincia di Rieti, 26 in provincia di Roma e 25 in provincia di Viterbo.

ITALIAN LANGUAGE DAILY NEWSPAPER

PUBLISHED BY GRUPPO EDITORIALE OGGI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tutti i diritti riservati @ GRUPPO EDITORIALE OGGI e A SOAKING MEDIA